Costituzione convivenza di fatto

  • Servizio attivo

La convivenza di fatto, riconosciuta dalla legge 20 maggio 2016, n.76, è costituita da due persone maggiorenni unite stabilmente da legami affettivi di coppia non vincolate da rapporti di parentela, affinità, adozione, matrimonio o unione civile.


Descrizione

Con la costituzione della convivenza di fatto le due parti assumono una serie di diritti:

  • Hanno gli stessi diritti spettanti al coniuge nei casi previsti dall'ordinamento penitenziario;
  • In caso di malattia o di ricovero, i conviventi di fatto hanno diritto reciproco di visita, di assistenza nonché di accesso alle informazioni personali, secondo le regole di organizzazione delle strutture ospedaliere o di assistenza pubbliche, private o convenzionate, previste per i coniugi e i familiari;
  • Ciascun convivente di fatto può designare l'altro quale suo rappresentante con poteri pieni o limitati: in caso di malattia che comporta incapacità di intendere e volere, per le decisioni in materia di salute;
  • In caso di morte, per quanto riguarda la donazione degli organi, le modalità di trattamento del corpo e le celebrazioni funerarie;
  • Hanno diritti inerenti la casa di abitazione in caso di morte del conduttore;
  • Nel caso in cui l'appartenenza a un nucleo familiare costituisca titolo di preferenza nelle graduatorie per l'assegnazione di alloggi di edilizia popolare possono goderne, a parità di condizioni;
  • Hanno diritti nell'ambito delle attività di impresa familiare;
  • Uno dei conviventi di fatto può essere nominato tutore, curatore o amministratore di sostegno dell'altro qualora sia dichiarato interdetto o inabilitato;
  • Hanno gli stessi diritti del coniuge per il risarcimento del danno nel caso di decesso di una parte derivante da fatto illecito di un terzo.

I cittadini comunitari ed extracomunitari, al fine della verifica dei requisiti previsti dalla Legge, devono presentare un'attestazione consolare relativa all'insussistenza dei vincoli di parentela, affinità, adozione, matrimonio e unione civile.

A chi è rivolto

Cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari di stato libero conviventi e residenti nel medesimo Comune.

Come fare

Per poter fare la domanda bisogna essere:

  • Cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari;
  • Maggiorenni;
  • Essere uniti stabilmente da legami affettivi di coppia con reciproca assistenza morale e materiale;
  • Residenza nel Comune di Castelmola;
  • Coabitazione e iscrizione sullo stesso  stato di famiglia.

Cosa serve

Gli interessati devono presentare un'apposita dichiarazione sottoscritta da entrambi unitamente alle:

  • Copie dei documenti di identità.

Cosa si ottiene

La registrazione della convivenza di fatto.

Tempi e scadenze

La convivenza di fatto viene chiusa entro i 45 giorni dalla dichiarazione.

Quanto costa

Gratuito.

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Argomenti:

Pagina aggiornata il 02/05/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri