Carta d’Identità Elettronica

  • Servizio attivo

La Carta d'Identità Elettronica - CIE - è un documento di identificazione che consente di comprovare in modo certo l'identità del titolare sul territorio nazionale e all'estero.


Descrizione

La carta d'identità è il mezzo di identificazione di un individuo previsto dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

La  nuova Carta di identità elettronica in breve CIE è:

  • un documento di identificazione del cittadino: consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio nazionale, quanto all’estero;
  • un documento di viaggio in tutti i paesi appartenenti all'Unione Europea e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi;
  • uno strumento da utilizzare per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Tale identità, utilizzata assieme alla CIE, garantisce l’accesso ai servizi erogati dalle PP.AA, mediante il livello di sicurezza 3 di SPID.

PROCEDURA DI RILASCIO
Una importante novità della procedura di rilascio della CIE è rappresentata dalla centralizzazione del processo di produzione, personalizzazione e stampa del documento, che non avviene più presso la sede Comunale, bensì presso il Ministero dell'Interno e l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.
Pertanto, il documento d'identità elettronico viene consegnato entro sei giorni lavorativi dalla data della richiesta di rilascio, attraverso la spedizione all'indirizzo indicato dal titolare.

Al fine di ottenere il rilascio della Carta d’identità ; valida per l’espatrio, il richiedente deve sottoscrivere, presso lo sportello, una dichiarazione attestante l’assenza delle cause ostative al rilascio del passaporto, di cui all'art. 3 della Legge 21 novembre 1967 n. 1185.
Minori
Nel caso in cui l'intestatario del documento è un minore, tale dichiarazione deve essere resa da coloro che hanno la responsabilità genitoriale (genitori o tutore). Nel caso in cui uno dei genitori fosse impossibilitato a presentarsi allo sportello, questi deve far pervenire (anche per via telematica, così come previsto dall'art. 38, comma 3 , del D.P.R. 445/2000una dichiarazione di consenso all’espatrio, redatta in carta semplice, sottoscritta ed accompagnata dalla fotocopia integrale di un documento di identità.

Cittadini stranieri
I cittadini comunitari ed extracomunitari possono ottenere solo il documento di identità non valido per l’espatrio.

I cittadini minorenni comunitari o extracomunitari devono presentarsi personalmente unitamente a un solo genitore presso l'Ufficio Anagrafe in quanto il documento verrà emesso non valido per l'espatrio.

Al momento della richiesta verranno raccolte anche le impronte digitali, che verranno inserite nel documento stesso (la raccolta delle impronte è obbligatoria come previsto dall'art.3, c.2, del R.D. n.773/1931, come modificato dall'art.40, c.2, lett. a) del D.L. n.1/2012).

In caso di rifiuto da parte del cittadino a rilevare le impronte digitali, il documento non potrà essere rilasciato.

CARATTERISTICHE DEL DOCUMENTO
Realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito, il supporto fisico della C.I.E. è dotato di un microprocessore a radiofrequenza (RF) per la memorizzazione delle informazioni necessarie per la verifica dell'identità del titolare, inclusi gli elementi biometrici primari (fotografia) e secondari (impronta digitale). Le caratteristiche del supporto sono adeguate agli attuali standard internazionali di sicurezza ed a quelli anticlonazione ed anticontraffazione in materia di documenti elettronici (foto in bianco e nero stampata al laser, ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture, guilloches, ecc.). Sul retro della CIE, il Codice Fiscale è riportato anche come codice a barre.

A chi è rivolto

La CIE può essere richiesta da tutti coloro (cittadini italiani, comunitari e non) che risultano residenti nel Comune di Castelmola.

Richiedenti non residenti nel comune di Castelmola

La carta d'identità può essere rilasciata anche da un Comune diverso da quello di residenza (è comunque obbligatorio che la persona sia iscritta nell'Anagrafe della popolazione di un Comune italiano). Questa possibilità è consentita nel caso in cui la persona sia temporaneamente dimorante nel Comune.

Comune di dimora

Spetta al cittadino comprovare che è effettivamente, dimorante nel Comune.

Rientrano in tale categoria tutti coloro che siano in grado di comprovare di essere temporaneamente dimoranti nel Comune: ricoverati in case di cura o altre strutture sanitarie o socio-sanitarie, temporaneamente ospiti di amici e parenti, in grado di comprovare tale condizione, coloro che hanno una sede di lavoro nel Comune, comunque tutti coloro che definiremmo dimoranti ma non ancora, per le più svariate ragioni, residenti.

Pertanto deve essere acquisita la documentazione che comprovi l’effettiva dimora. Se nel caso dei ricoverati e domiciliati in strutture ciò sarà agevole, nel caso di chi è semplicemente ospite temporaneo di privati (ma anche in hotel o alloggi di varia natura) l’interessato dovrà produrre qualsiasi elemento oggettivo in grado di dimostrare la sua condizione particolare di temporaneamente dimorante.

Richiedenti impossibilitati per motivi di salute a muoversi dalla propria abitazione

Per le persone che per motivi di salute, eventualmente documentabili, non possono muoversi dalla propria abitazione, è possibile comunque chiedere il rilascio della CIE prendendo contatti con l’Ufficio anagrafe. In tal caso non verranno prese le impronte digitali.

Come fare

La CIE si può richiedere sin dai 180 giorni che precedono la scadenza della Carta d'Identità, o prima in seguito a smarrimento, furto o deterioramento, presso l'Ufficio Anagrafe del Comune di residenza. E' necessario presentarsi con la vecchia carta d'identità oppure la denuncia di smarrimento/furto, il codice fiscale e una fototessera.

L'operatore dell'anagrafe provvederà a raccogliere tutte le informazioni necessarie per l'inserimento dei dati.

Al termine dell'operazione di inserimento dei dati, l'operatore stamperà un modulo di riepilogo che verrà sottoposto all'attenzione del richiedente, per la verifica dei dati personali e per l'acquisizione della firma autografa. All'acquisizione della firma non si procede nei casi in cui l'intestatario della CIE non abbia compiuto il dodicesimo anno di età ed in tutti gli altri casi in cui vi sia l'impossibilità a sottoscrivere.
È opportuno sottolineare l'importanza della fase della verifica dei dati, poiché la successiva scoperta di difformità dei dati anagrafici non permetterà la sostituzione della CIE emessa, bensì l'annullamento di questa con contestuale emissione, a pagamento, di una nuova CIE.

A conclusione del procedimento verrà rilasciata al titolare della carta una ricevuta.

La ricevuta che viene rilasciata al momento della richiesta della CIE, è un documento di riconoscimento, al pari delle carte d'identità, non valido per l'espatrio (vedi Circolare del Ministero dell'Interno n. 2 del 14.02.2018 e la Circolare n.9 del 16.07.2019, fino al ricevimento del nuovo documento.

Cosa serve

Per il rilascio serve:

  • Vecchio documento di identità (la carta di identità scaduta o in scadenza deve essere obbligatoriamente consegnata allo sportello);
  • Una foto formato tessera recente (fatta da non più di sei mesi) ed avente gli stessi requisiti delle foto richieste dalla Questura per il rilascio del passaporto;
  • Nel caso si porti una fotografia su supporto digitale USB tale foto deve rispettare, oltre quelle già indicate, le seguenti ulteriori caratteristiche: - Definizione immagine: almeno 400 dpi - Dimensione del file: massimo 500kb - Formato del file: .jpg;
  • La tessera sanitaria (facoltativo);
  • La ricevuta di pagamento nel caso in cui il pagamento sia stata effettuato con i servizi PagoPA.

Cosa si ottiene

La Carta d'Identità Elettronica.

Tempi e scadenze

Il documento d'identità elettronico viene consegnato entro 6 giorni lavorativi dalla data della richiesta di rilascio, attraverso la spedizione all'indirizzo indicato dal titolare, o presso l'Ufficio Servizi Demografici del Comune.

DURATA DELLA VALIDITA' DELLA CIE
La validità della Carta di identità varia a seconda dell’età del titolare ed è di:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

 

Quanto costa

Il costo è di € 22,21

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Argomenti:

Pagina aggiornata il 02/05/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri